Pubblico un estratto del celeberrimo trattato di strategia militare, scritto molto tempo fa da un guerriero Cinese, il saggio Strun Tzu.

Il Generale Tre Nin incontrò un anziano dai capelli bianchi, con il viso vivace e sereno. Stava seduto sopra una roccia vicino alla riva del fiume, con i suoi profondi occhi azzurri, osservava il creato di cui era circondato.
Sembrava un uomo in pace con se stesso e con il fisco.
– “Conosco il motivo della tua visita, Generale Tre Nin ! Vuoi chiedermi consiglio…”
– “Non ho percorso 23 chilometri a piedi per guardare un vecchio consumare il resto dei suoi giorni a guardare i pesci!” – rispose l’arrogante Generale.
– “Quindi?”
“Anziano Strun Tsu, mi occorre la tua immensa saggezza per portare in gloria la casata Ciuff Ciuff“.
– “Un consiglio è dato a chiunque se chiesto da chiunque con cortesia. Dunque, chiedi e poi levati dal cazzo.”
– “L’esercito di Uan Ciù è forte e numeroso, mentre il nostro è debole, composto da una manciata di uomini, non trovo strategie valide per la battaglia”.

– “Ricorda Generale; ogni Guerra va combattuta con ogni uomo, soldato o contadino che sia. La forza del piccolo conta quanto l’astuzia di chi comanda. A volte le guerre si vincono senza svolgere alcuna battaglia, a anche se bisogna avere culo.”
-“Non mi è chiaro, saggio Strun Tzu“.

-“Ascoltami bene; se l’esercito nemico è numeroso e il proprio è composto da una squadra di schiappe, inganna il nemico. Fagli credere che tu sei più forte facendo il punteggio più alto, stringendo le corna dell’antico Toro del Luna park.
Fai cantare dai tuoi soldati un inno che sminuisce l’esercito nemico, come la famosa lirica:”La mamma di Uan Ciù è una puttanaaaaaa!”.

Se il nemico avanza minaccioso, sorprendilo. Chiudili in difesa e metti qualche sagoma di cartone con la forma dei tuoi soldati, di fatto sembrerà un gruppo più folto. Il Generale avversario, vendendo questa massa imponente di persone non potrà che esclamare sbalordito:”Mecojoni!”

Vai a letto con la moglie del Generale nemico, chiedi l’affidamento dei suoi figli e lascia a lui la suocera, un generale demoralizzato non può che comandare un esercito demoralizzato.

Prendi un esercito, trattalo male, lascia che ti aspetti per ore, non farti vivo e quando la chiami fallo come fosse un favore, fa sentire che è poco importante, dosa bene amore e crudeltà, cerca di essere un tenero amante ma fuori dal letto nessuna pietà.

Quando il nemico possiede armi più potenti delle tue, che il tuo esercito si aggiorni con le tecnologie. Se l’avversario ha i moschetti, che i tuoi soldati si armino di Bazooka, se loro possiedono Archi e Frecce, che i tuoi uomini usino le granate a mano. Se loro usano Apple, tu muniscili di Android.

Se il nemico avanza, mettilo in frigo.

Mostrati spietato al nemico prima che attacchi, se il nemico ti osserva mostragli quanto sei cazzuto, frustando i tuoi uomini e uccidendo il tuo cuoco personale. Sicuramente ne rimarrà sbigottito e penserà tre volte prima di attaccarvi, anche se rischierete di morire di fame.

Schierai i tuoi uomini nella formazione a pirolleleangolo, cosi, mentre il nemico si chiederà in quale diavolo di schieramento vi state disponendo, il giorno finisce e avrete la notte per riposarvi, perché lo sappiamo tutti; è incauto combattere nel pieno della notte.
Essa e foriera di cattivi presagi, il nostro Dio non può difenderci nell’oscurità, inoltre, al buio non si vede un cazzo.

La difesa, in un esercito è tutto, fa indossare ai tuoi soldati una robusta armatura di guscio di tartaruga millenaria delle isole di Kameah, al mondo sono in vita solamente un centinaio di specie, quindi solo pochi soldati potranno pregiare di simile vestizione, che gli altri si arrangino, impareranno a schivare o a trovare buone scuse per non presentarsi al giorno del conflitto.

Attacca sempre per primo, chi primo arriva è a metà dell’opera e si prende i posti migliori della sala. Non farlo senza un piano preciso, valuta sempre il nemico da ogni punto di vista; se stai combattendo contro l’esercito di Soldati Jin Bin Gay, non farlo mai da dietro, perché non aspettano altro.
Se devi combattere l’armata dei Guerrieri Rutt’on, non farlo mai dopo i pasti.
Se i tuoi avversari sono i monaci Lucas Fan attacca con armi forgiate da Jar Jar Bink.

Mentre si combatte, che nessuno arretri! Anche di fronte a trabucchi alti venti metri il tuo esercito deve avanzare per poter darti il tempo di defilarsi tra le sue file, se la battaglia volge al peggio. Un generale retto, riconosce immediatamente quando è il caso di prendersi un caffè.

Valuta attentamente le condizioni meteorologiche. Combattere in inverno sulla neve, nel pieno di una tormenta, mentre la terra trema e un vulcano alle vostre spalle erutta milioni di zampilli infuocati, anche se se può sembrare fighissimo, non è assennato”.

– “Saggio Strun Tzu le tue parole sono sensate, ma temo che non siano abbastanza” – disse il Generale sedendosi vicino al vecchio.
– “Lo sapevo, altri grandi teorie ho messo in piedi da giovane, ma ahimè sono troppo vecchio per ricordarle tutte”
– “Quindi mi lasci solo con i miei dubbi Strun Tzu?”
– “Certo che no, ho ancora un’ultima cosa da dirti, prima che tu parta per la battaglia”.
– “Non aspetto di sentire altro, nobile Strun Tzu.”
– “Sono io il Generale Uan Ciù“.
– “Mecojoni!”.

Published by Fabio Basso

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.