L’invasione delle notizie inutili.

Spero di non essere il solo se, nel corso degli ultimi anni, sta diventando sempre meno tollerante a quel genere di notizie inopportune che si infiltrano nei portali dedicati.
Che siano grandi nomi o piccoli appassionati, non passa giorno che assieme alle solite news, se ne aggiungano altre che sono semplicemente dei pettegolezzi o delle voci di corridoio.

Certo, la libertà di stampa è inattaccabile e non voglio certo insegnare come si pubblica una notizia a professionisti e appassionati, questo però non toglie che leggere titoli discordanti con l’informazione vera rimanga fastidioso, specialmente quando ti trovi nella sezione: Videogame, dove desidero essere semplicemente aggiornato sulle ultime novità.

Chiaramente è impossibile proseguire su questa mia acrimonia, senza degli esempi. (S)Fortunatamente ne sono presenti a palate:

Ign: Cory Barlog:“Metal Gear Solid è il mio gioco preferito”.

Cory è il game designer di God of War, lodato titolo del 2018 che ha convinto sia critica che pubblico.
A meno che non annunci un nuovo titolo, dei suoi gusti videoludici non me ne fotte un cazzoSpaziogames: Fortnite. Ninja prova a far ballare Times Square ma fallisce miseramente.

A parte che la notizia non riguarda direttamente Fortnite.
Se uno streamer famoso fallisce a coinvolgere un nutrito pubblico colpito da un nubifragio forse è perché non è un animatore o forse non era il giorno giusto per farlo.
In ogni caso, chissenefrega?

Varie: Le opinioni del Defunto Jobs.

C’è stato un periodo in cui molte testate pubblicavano opinioni postume dello scomparso Steve Jobs, in riferimento ai prossimi dispositivi di Apple in uscita.
Il tablet piccolo non lo avrebbe mai commercializzato (ipad mini), la penna per scrivere sullo schermo per lui era inconcepibile (ipad grosso), e via di questo genere.
Rimane una abitudine da maleducati chiedere una opinione a un morto, specialmente se lavorava nel mondo dell’informatica, che cambia ogni giorno senza chiederti mai scusa.

Multiplayer.it: Giocatore Pro lascia la sua ragazza per Call of Duty.

Per gettare ancora più acrimonia e invidia contro il giocatore che ha osato fare una cosa del genere, assieme a questa inutile notizia circolava anche la foto della ragazza che è risultata essere Yanet Garcia, considerata la più bella ragazza del mondo che conduce le previsioni del tempo, mentre al secondo posto, c’è il nostro Giuliacci.
Certo che si criticano le decisioni degli altri poi chissà le cazzate che abbiamo fatto anche noi nella nostra vita, e se poi si sono rilevate veramente degli errori, però questo è un discorso a parte.
Anche in questo caso, la vita privata di questa ex-coppia è ininfluente ai fini dell’informazione “onesta”, rendendo la notizia degna di comparire nei settimanali da due euro in edicola, assieme a articoli di anziane che fanno l’amore con gli alieni e cacciatori che usano il Roomba come cani da caccia.

Eurogamer: Dave Bautista vorrebbe interpretare Marcus Fenix in un film di Gears of War.
Bautista è un ex-wrestler conosciuto molto bene qui in Italia solamente sopo la sua interpretazione di Drax ne: “I Guardiani della Galassia
Questa notizia è scaturita da un tweet dell’autore che, sinceramente, doveva rimanere semplicemente un semplice cinguettio.

Everyeye.it: Una ventenne Americana ama Tetris al punto di sposarlo.

Una ragazza americana di vent’anni pare aver portato il suo amore per i videogiochi oltre alla semplice passione, innamorandosi del celebre rompicapo Tetris fino al punto di volerlo sposare davanti ad amici e parenti con una cerimonia ufficiale.
Il Prete:”Vuoi tu Tetris prendere come tua legittima sposa la qui presente, per amarla, onorarla e rispettarla, in salute e in malattia, in ricchezza e in povertà finché morte non vi separi ?” 
Risposta:

Ironia a parte, ennesimo esempio di come sia opportuno dedicare una sezione apposta per notizie di questo genere, uno spazio chiamato:“Gente che si sposa cuscini e videogiochi”



Published by Fabio Basso

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.